Il mulino di Pontevecchio. La storia, il restauro

19,00

«Dalla maniera e gusto di fabbricare si vede certamente e nel Ponte e nel Mulino una spesa da principi, e un genio simile a quello del famoso Ducale Palazzo». Così, in una relazione di G. A. Guglieri del 1750, veniva descritto il mulino di Pontevecchio di Colbordolo. Posto sulla riva destra del fiume Foglia, costruito su committenza del Duca Guidubaldo II della Rovere nel XVI secolo e poi acquistato dai conti Paciotti di Montefabbri, il mulino è rimasto attivo fino agli inizi degli anni novanta del secolo scorso.
Il libro racconta la storia di questo mulino ducale e la sua recente rinascita, maturata grazie alla collaborazione tra la Provincia di Pesaro e Urbino, l'Ente Regionale per l'Abitazione Pubblica (Erap), il Comune di Colbordolo e l'ultimo proprietario della gloriosa struttura. I lavori di restauro, eseguiti dall'Erap e dalla Provincia e qui illustrati, hanno consentito di ridare vita ad un prestigioso bene storico in abbandono, dandogli una nuova funzione sociale, culturale ed economica. Il complesso ospita infatti quattro alloggi di edilizia residenziale pubblica e due privati e nella struttura originaria del plesso ospita quattro alloggi di edilizia residenziale pubblica e due privati e nella struttura originaria del mulino saranno allestiti un museo sulle attività molitorie e una nuova turbina per la produzione di energia elettrica.

[edgtf_button size="small" type="outline" text="indice" custom_class="" icon_pack="font_awesome" fa_icon="" link="https://metauroedizioni.it/wp-content/uploads/2020/10/9788861560314_indice-scaled.jpg" target="_self" color="" hover_color="" background_color="" hover_background_color="" border_color="" hover_border_color="" font_size="" font_weight="" margin=""]

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il mulino di Pontevecchio. La storia, il restauro”